Il Volontariato e l’Agricoltura sociale

L’AS attrae una pluralità di attori tra cui le associazioni di volontariato che, pur non essendo soggetti di impresa, in questi anni, hanno saputo dar vita ad esperienze puntuali capaci di coniugare l’uso delle risorse agricole e responsabilità sociale, economia e solidarietà, sperimentando iniziative sia direttamente, seppure in scala ridotta, sia in collaborazione con altri soggetti del terzo settore, dell’imprenditoria agricola e delle istituzioni. Ogni tipo di approccio operativo scelto dalle associazioni che si avvicinano al tema dell’AS ha vantaggi e svantaggi. Di certo la legge sull’agricoltura sociale approvata alla Camera dei Deputati non contempla le associazioni di volontariato tra i soggetti che praticano agricoltura sociale. Ciò non significa, come prevede la legge stessa, che le Associazioni non possano collaborare a pratiche di agricoltura sociale, anzi. Capire come diviene quindi importante.

Con lo scopo di favorire questa conoscenza, il Centro Servizi Volontariato Toscana, e il Dipartimento di Scienze Veterinarie UniPisa, nel 2012 hanno definito linee di condotta per facilitare creazione di progettualità di AS da parte delle Associazioni di volontariato, dal concepimento dell’idea alla sua realizzazione. Di fatto, un’associazione di volontariato può avvicinarsi al tema dell’AS secondo tre diversi sentieri nei quali l’associazione: 1. Mantiene la sua natura associativa e opera in autonomia su una scala ridotta e non professionale; 2. Mantiene la sua natura associativa ma si apre alla collabora con attori del profit, in questo caso aziende agricole; 3. diventa impresa nell’ambito dell’economia civica, valutando le forme ibride previste dal nostro ordinamento. La scelta dell’uno o dell’altro percorso spetta all’Associazione in funzione dei propri obiettivi e finalità. La collaborazione tra associazionismo e mondo profit agricolo rappresenta una vera opportunità di potenziamento del contributo che entrambi gli attori possono dare per mobilizzare in modo corretto le risorse dell’agricoltura a fini sociali sui territori.

Il lavoro  “Agricoltura sociale e volontariato in Toscana” elabora due diversi livelli di lettura. Un primo livello di conoscenza generale che si rivolge a ciascuna tipologia di associazione, indipendentemente dal tipo di sentiero che intende intraprendere e un livello di approfondimento per il quale ciascuna associazione può approfondire la parte specifica collegata al suo percorso di sviluppo. Il lavoro è scaricabile dal sito del CESVOT (http://www.cesvot.it/repository/cont_schedemm/9892_documento.pdf).

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s